Attualità

Una via di Alghero per il Maresciallo Calaresu

11/11/2011 14:45:18

E’ stata intitolata una via alla memoria del Maresciallo Ordinario dei Carabinieri, Giovanni Maria Calaresu, originario di Pozzomaggiore (vi era nato i 9 settembre 1939) e trucidato in servizio il 16 aprile 1981.

ALGHERO - Una cerimonia ricca di emozione quella che stamattina si è svolta ad Alghero. E’ stata intitolata una via alla memoria del Maresciallo Ordinario dei Carabinieri, Giovanni Maria Calaresu, originario di Pozzomaggiore (vi era nato i 9 settembre 1939) e trucidato in servizio il 16 aprile 1981.

L’evento commemorativo organizzato dal Comune catalano e dal Comando Provinciale Carabinieri di Sassari, ha visto intervenire numerose autorità civili e militari. In prima fila la Maria Antonia e Giuseppe, moglie e figlio del Maresciallo, i sindaci dei comuni di Alghero, Olmedo, Pozzomaggiore, il Prefetto di Sassari, Salvatore Mulas, il Comandante Provinciale Col. Francesco Atzeni, il Vescovo della Diocesi di alghero –Bosa, Mons. Morfino e tante altre autorità civili e militari.

Naturalmente presente il picchetto d’onore dell’arma. All’epoca della sua uccisione il Maresciallo Calaresu, era comandante della Stazione di Putifigari, e stava compiendo servizio insieme ad un altro militare. E’ morto intorno alle 11.00 di quel 16 Aprile 1981 mentre compiva il suo dovere, ferito mortalmente da un colpo di pistola alla testa.

Lasciando così privi di un padre e marito la moglie e i due figli all’epoca molto piccoli, Giuseppe e Cristina. Il Sindaco Marco Tedde durante il suo intervento ha riservato parole di elogio, non solo per il maresciallo ma per tutta l’arma dei Carabinieri che come le altre forze dell’ordine vigiliano ogni giorno per la sicurezza di tutti. La parola è poi passata al Comandante Provinciale Col. Francesco Atzeni che ha ringraziato il primo cittadino algherese e ricordato la figura del Maresciallo Calaresu.

Momento emozionante quello della scopertura della targa con i familiari benedetta poi dal Vescovo e don Calaresu, parroco di Puttifigari e parente del militare seguito dal Silenzio. Ad assistere questa mattina a questo evento anche cinque classi della scuola Fondazione Lavagna e tre dell’Asfodelo che tenevano in mano le bandierine con il tricolore. La lettura della preghiera del carabiniere da parte del Luogotenente Baldinu, comandante della stazione di via Don Minzoni ha chiuso la cerimonia.





nella foto un momento della cerimonia

Autore: Dolores Serra

Catalan web tv
Benvenuti in Catalan WEB TV!

Attraverso il nostro canale YouTube potrete guardare il TG di Catalan TV